Coronavirus: informazioni utili sui rimborsi viaggi

Coronavirus Informazioni utili rimborso viaggi

Scheda Sintetica dell’art. 88-bis, rubricato “Rimborso di titoli di viaggio, di soggiorno e di pacchetti turistici”, della Legge n. 27 del 24.04.2020 (legge di conversione del D.L. n. 18 del 17.03.2020, pubblicata in G.U. n. 110 del 29.04.2020, suppl. ordinario n. 16)


NB: LE INFORMAZIONI E I SUGGERIMENTI DI SEGUITO FORNITI, PRIVI DI VALORE LEGALE, HANNO CARATTERE MERAMENTE INFORMATIVO E NON POSSONO SOSTITUIRSI AD UNA CONSULENZA LEGALE SPECIFICA PER OGNI SINGOLA FATTISPECIE.
IL DIRITTO NON È UNA SCIENZA ESATTA.
IN NESSUN CASO, QUINDI, GLI AUTORI POSSONO ESSERE RITENUTI RESPONSABILI DELL’UTILIZZO DELLE INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI DI SEGUITO ESPOSTI.
LE PRESENTI INFORMAZIONI SONO STATE REDATTE IN DATA 25.04.2020 E AGGIORNATE IL 30.04.2020 IN SEGUITO ALLA PUBBLICAZIONE IN G.U. DELLA L. N. 27 DEL 24.04.2020


Premessa: L’ art. 88 – bis chiarisce che il diritto discrezionale dei t.o., dei vettori e delle strutture ricettizie di proporre i voucher, anziché il rimborso monetario, vige anche nel caso in cui il diritto di recesso da “cause imputabili alla crisi epidemiologica da Covid-19”, sia esercitato dagli operatori turistici e non solo nel caso in cui vi sia una rinuncia, ovvero un recesso, da parte del Viaggiatore.
Si espongono, di seguito, le diverse ipotesi previste dalla mentovata normativa.



DIRITTO DI RECESSO ESERCITATO DAL VIAGGIATORE IN CASO DI SINGOLI CONTRATTI DI TRASPORTO O DI SOGGIORNO

Il Viaggiatore può risolvere/cancellare SENZA APPLICAZIONE DI PENALI il contratto di trasporto e/o il contratto di soggiorno nelle seguenti ipotesi (art. 88-bis, comma 1):

  • qualora il Viaggiatore sia in quarantena con sorveglianza attiva o permanenza domiciliare fiduciaria
  • qualora il Viaggiatore sia soggetto a un provvedimento di divieto di allontanamento
  • qualora il Viaggiatore sia positivo al CoVid-19 (cd. Coronavirus) e ne sia stata disposta la quarantenaD. dai soggetti che hanno programmato soggiorni o viaggi con partenza o arrivo nelle aree interessate dal contagio come individuate dai decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei ministri nei mesi di febbraio e marzo scorso
  • qualora il concorso pubblico o la procedura selettiva, la manifestazione, l’iniziativa o l’evento per i quali era stato programmato il viaggio sia annullato/sospeso/rinviato
  • qualora la destinazione della Stato estero impedisca o vieti lo sbarco, l’approdo o l’arrivo in ragione della situazione emergenziale

In tali casi il Viaggiatore potrà recedere senza applicazioni di penali, MA, il VETTORE o la STRUTTURA RICETTIVA, A LORO SCELTA, potranno (art. 88-bis, comma 3):

  • proporre il rimborso di quanto versato
  • emettere un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione


DIRITTO DI RECESSO ESERCITATO DAL VIAGGIATORE IN CASO DI PACCHETTI TURISTICI

Il Viaggiatore può risolvere/cancellare SENZA APPLICAZIONE DI PENALI il contratto di pacchetto turistico (art. 88-bis, comma 6):

  • qualora debba eseguire periodi di ricovero, di quarantena con sorveglianza attiva ovvero di durata dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 nelle aree interessate dal contagio come individuate dai decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei ministri nei mesi di febbraio e marzo scorso
  • qualora la destinazione della Stato estero impedisca o vieti lo sbarco, l’approdo o l’arrivo in ragione della situazione emergenziale

Anche in tali casi il Viaggiatore potrà recedere senza applicazioni di penali, MA, l’Organizzatore potrà, a Sua scelta (art. 88-bis, comma 6):

  • proporre un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore (o inferiore con restituzione della differenza di prezzo)
  • rimborsare il prezzo del pacchetto turistico;
  • emettere un voucher di importo pari al rimborso spettante, da utilizzare entro un anno dall’emissione

IMPORTANTE: il rimborso è corrisposto e il voucher è emesso dall’Organizzatore appena ricevuti i rimborsi o i voucher dai singoli fornitori di servizi e comunque non oltre 60 giorni dalla data prevista di inizio del viaggio (art. 88-bis, comma 6).



DIRITTO DI RECESSO ESERCITATO DAL VETTORE (AEREO/FERROVIARIO/MARITTIMO)

Il Vettore può recedere dal contratto, previa comunicazione tempestiva all’acquirente, quando le prestazioni non possono essere eseguite in ragione di provvedimenti adottati dalle autorità nazionali, internazionali o di Stati esteri, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. In tal caso, entro 30 giorni dalla comunicazione di recesso, il vettore potrà, a Sua scelta, proporre (art. 88-bis, comma 4):

  • proporre il rimborso di quanto versato
  • emettere un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione


DIRITTO DI RECESSO ESERCITATO DALLE STRUTTURE RICETTIVE

La struttura ricettiva che ha sospeso o cessato l’attività a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 potrà, a Sua scelta, proporre (art. 88-bis, comma 5):

  • un servizio sostitutivo di qualità equivalente o superiore (o inferiore con restituzione della differenza di prezzo)
  • il rimborso di quanto versato
  • un voucher di importo pari al rimborso spettante, da utilizzare entro un anno dall’emissione


DIRITTO DI RECESSO ESERCITATO DAGLI ORGNIZZATORI DI PACCHETTI TURISTICI

L’Organizzatore potrà recedere dal contratto di pacchetto turistico quando (art. 88-bis, comma 7):

  • il pacchetto turistico ha come destinazione Stati esteri ove sia impedito o vietato lo sbarco, l’approdo o l’arrivo in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19
  • l’esecuzione del contratto non può essere eseguito in ragione di provvedimenti adottati dalle autorità nazionali, internazionali o di Stati esteri, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19

In tali casi l’Organizzatore potrà, a Sua scelta, proporre (art. 88-bis, comma 7):

  • proporre un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore (o inferiore con restituzione della differenza di prezzo)
  • rimborsare il prezzo del pacchetto turistico;
  • emettere un voucher di importo pari al rimborso spettante, da utilizzare entro un anno dall’emissione

IMPORTANTE: il rimborso è corrisposto e il voucher è emesso dall’Organizzatore appena ricevuti i rimborsi o i voucher dai singoli fornitori di servizi e comunque non oltre 60 giorni dalla data prevista di inizio del viaggio (art. 88-bis, comma 7).



DIRITTO DI RECESSO IN CASO DI VIAGGI DI ISTRUZIONI

In caso di sospensione dei viaggi di istruzione, l’Organizzatore potrà, a Sua scelta, proporre (art. 88-bis, comma 8):

  • rimborsare il prezzo del pacchetto turistico;
  • emettere un voucher di importo pari al rimborso spettante, da utilizzare entro un anno dall’emissione

IMPORTANTE: il rimborso è corrisposto e il voucher è emesso dall’Organizzatore appena ricevuti i rimborsi o i voucher dai singoli fornitori di servizi e comunque non oltre 60 giorni dalla data prevista di inizio del viaggio (art. 88-bis, comma 8).

IMPORTANTE 2: È sempre proposto il rimborso monetario, senza possibilità di emettere i voucher, quando il viaggio di istruzione riguarda la scuola dell’infanzia o le classi terminali della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado e secondo grado (art. 88-bis, comma 8).



MODALITÀ E TEMPISTICHE PER RICHIEDERE IL RIMBORSO

Nel caso in cui sia il Viaggiatore a recedere dal contratto di trasporto/di pernotto/di pacchetto turistico, quest’ultimo dovrà esercitare il diritto di recesso entro un termine di 30 giorni decorrente (art. 88-bis, comma 2):

  • dalla cessazione delle situazioni di cui all’art. 88 bis, comma 1, lett. da a) a d)
  • dall’annullamento, sospensione o rinvio del concorso o della procedura selettiva, della manifestazione, dell’iniziativa o dell’evento, nell’ipotesi di cui al comma 1, lettera e)
  • dalla data prevista per la partenza, nell’ipotesi di cui all’art. 88, comma 1, lettera f)

Il vettore o la struttura ricettiva, entro 30 giorni dalla comunicazione del Viaggiatore, procedono al rimborso monetario o all’emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione (art. 88-bis, comma 3).

L’organizzatore corrisponderà il rimborso monetario o emetterà il voucher non appena ricevuti i rimborsi o i voucher dai singoli fornitori di servizi e comunque non oltre 60 giorni dalla data prevista di inizio del viaggio (art. 88-bis, comma 6).



Avv.ti Saverio Cicala e Vincenzo Del Gaiso

Con TravelAssistance ottieni gratuitamente il tuo Rimborso per Ritardo Aereo, Volo Cancellato, Smarrimento o Danneggiamento Bagaglio, Vacanza Rovinata...

Richiedi il tuo rimborso

Hai bisogno d'aiuto?
Chiedi ai nostri avvocati

Chatta con noi

Partnerships